Basilica della Madonna del Carmine

Punti di Interesse Religiosi - Mesagne - Largo San Michele Arcangelo

DESCRIZIONE

La Basilica del Carmine a Mesagne è sorta nel 1305  sul precedente Santuario ipogeo dedicato a San Michele Arcangelo del XII secolo circa. Essa conserva ancora, dopo il tempio di S. Lorenzo, le strutture più antiche fra le chiese di Mesagne. 
Nel 1521 venne donata ai Padri Carmelitani. Poiché era in precarie condizioni, i frati la ampliarono e la ristrutturarono. Nel 1854 un violento incendio devastò la chiesa distruggendo completamente il tetto in legno e buona parte degli affreschi che l’adornavano; rimasero in piedi solo le pareti laterali. Fu necessario ristrutturare tutto l’interno, perché la vecchia struttura non poteva reggere il peso del nuovo tetto. 
Le navate laterali furono sostituite da piccole cappelle e le vecchie colonne furono incorporate a nuovi pilastri a sostegno della volta. L’attuale campanile risale all’anno 1959. A quegli stessi anni risale la costruzione del nuovo convento. La Madonna del Carmelo fu elevata a protettrice di Mesagne nel 1651. Da allora il culto per la Patrona è stato rafforzato dai miracoli che le sono stati accreditati. Uno dei più importanti fu la preservazione della città dai danni del terremoto del 20 febbraio 1743. In quell’occasione, Mesagne subì pochissimi danni e il merito fu attribuito alla Madonna del Carmine.

STORIE E RACCONTI ECOMUSEO

MULTIMEDIA ECOMUSEO

Non ci sono contenuti multimediali legati a questo punto di interesse