Lontano dalle logiche del museo tradizionale, ancorato alle collezioni, agli immobili e al pubblico, l'ecomuseo, o museo diffuso, è per definizione "un'istituzione culturale che assicura in forma permanente, su un determinato territorio e con la partecipazione della popolazione, le funzioni di ricerca, conservazione e valorizzazione di un insieme di beni naturali e culturali, rappresentativi di un ambiente e dei modi di vita che lì si sono succeduti" (Carta degli Ecomusei). Fondato su tre pilastri, il territorio, il patrimonio e la comunità, l'ecomuseo stimola la partecipazione attiva della popolazione alla valorizzazione e alla tutela del patrimonio locale e spinge gli operatori turistici, i produttori agricoli e gli artigiani a fare sistema. Innovazione, tecnologia e tradizione si intersecano promuovendo lo sviluppo sostenibile e la partecipazione diffusa al governo dei territori.
"ATTENDENDO L'ECOMUSEO" perchè il patrimonio dell'ecomuseo della nostra aggregazione di Comuni è ancora in costruzione, e richiede la partecipazione attiva della popolazione; abbiamo pensato che l'ecomuseo possa essere costituito dalle seguenti quattro tipologie di contenuti: