FOTOGALLERY

LA STORIA

La sua posizione strategica e il territorio molto fertile rende l’antica città un importante insediamento per i primi colonizzatori, gli Japigi, che la occupano nella seconda età del Ferro (VIII-VII sec. a. C.). Sono i Messapi, sottogruppo etnico degli Japigi, a fare di Mesagne un importante centro abitato. Questa civiltà ha lasciato una forte impronta e numerose testimonianze sono oggi custodite nel Museo del Territorio “U. Granafei”. Nel III secolo a. C. sono i Romani a lasciare il segno, non solo nell’animo degli abitanti ma anche sul territorio rurale e urbano. È nel corso del Medioevo che la città cambia, nei secoli in cui lotte tra Oriente e Occidente la rendono facilmente attaccabile per tutti i secolo bui. Durante il periodo dei Normanni, la città risulta fortificata, cinta da mura e protetta da torri; la sua posizione strategica, però, la rende sempre attraente agli occhi di regnanti e feudatari che si succedono negli anni e che la conquistano con le armi e con la forza. Anche Federico II lascia a Mesagne l’impronta della sua volontà e del suo spirito e la trasforma in un potente feudo che, con il suo castrum, ha la funzione di proteggere la via Appia (XIII sec.) L’età aragonese cambia Mesagne e il feudatario Giovanni Antonio Orsini del Balzo realizza il suo desiderio, quello di costruire una città-fortezza dove impera un alto maniero e un possente sistema difensivo. Con il passare dei secoli la storia cambia e con essa anche Mesagne. La città murata si ingentilisce con le inconfondibili linee barocche seicentesche, che lasciano nelle piazze una magia unica e inimitabile. Intanto la volontà di un ricco patriziato locale realizza palazzi che parlano della loro ricchezza e della loro posizione sociale. Nell’800 Mesagne è governata da diverse famiglie nobili fin quando la feudalità viene abolita. Nasce così la provincia di Terra d’Otranto, divisa nei distretti di Lecce, Mesagne e Taranto. Nel corso del ‘900 le due guerre mondiali e una successiva stagnazione economica costringono tanti mesagnesi ad emigrare. Mesagne oggi è un paesaggio ricco di ulivi, vigneti, frutteti che rendono ricche le campagne; intanto il recupero di beni storico-artistici ha fatto scoprire la sua vocazione turistico-culturale.
Viaggio nella Città di Mesagne

EVENTI IN PROGRAMMA

L’Amministrazione Comunale di Mesagne, nell’ambito del Progetto “Alla Scoperta dell’Alto Salento: Itinerari”, dell’Aggregazione Territoriale/SAC: “L’Appia dei Messapi: dalle Murge al Salento”, organizza visite guidate gratuite alla scoperta della Città dal cuore antico.
Ogni sabato e domenica, dalle ore 16.30 fino alle 18.00, con partenza dal Castello Normanno-Svevo, guide esperte accompagneranno il visitatore in un affascinante viaggio nella storia. Con una piacevole passeggiata per le stradine del Centro Storico sarà possibile scoprire piazze, palazzi, chiese e vicoli che formano la trama del cuore antico. Sarà possibile inoltre visitare i suggestivi ambienti del Castello, il torrione medievale, le sale nobili e il Museo del Territorio che ospita reperti della civiltà messapica e non solo.
Le visite guidate avranno inizio alle ore 16.30. E’ possibile prenotare chiamando allo 0831.738898.
Mesagne, Castelli dell’Alto Salento

Dal

12

Febbraio

Al

24

Ottobre


Castello Normanno-Svevo
Via Castello

EVENTI PASSATI

L’Amministrazione Comunale di Mesagne, nell’ambito del Progetto: “Alla Scoperta dell’Alto Salento: Itinerari”, dell’Aggregazione Territoriale/SAC: “L’Appia dei Messapi: dalle Murge al Salento”, organizza per Domenica 28 maggio alle ore 18.00 una visita guidata dal titolo:

“La Città Murata”

“Mesagne era considerata nel XVI secolo una città ideale, un cuore pulsante con i suoi abitanti, i maestosi monumenti, le sue strade lastricate e le piazze che ancora oggi ci parlano di tempi remoti palesando agli occhi del visitatore: incanto e bellezza.
Il cuore antico di Mesagne, protetto da possenti mura difensive era accessibile attraverso tre Porte in parte ancora visibili. Oggi il centro storico conserva le tracce di diverse epoche: i resti dell’antica Japigia e le necropoli messapiche, il castello-fortezza divenuto dimora signorile, piazze e chiese barocche, nobili palazzi e strade lastricate che ancora riflettono il sole splendente del Sud”.

Partenza dal Castello Normanno-Svevo

Per info e prenotazioni: Tel. 0831.738898
e.mail: iat@comune.mesagne.br
https://www.facebook.com/Itinerari-dalle-murge-al-salento-…/
http://www.itineraridallemurgealsalento.com/

Dal

28

Maggio

Al

28

Maggio


Centro Storico
Mesagne, Via Castello 10

 

“A pochi passi dalla via per Brindisi, si trova il Tempietto di San Lorenzo, monumento di grande importanza storica ed espressione dei primi secoli dell’età cristiana. Non ci sono molti elementi per stabilire l’epoca di costruzione ma, tenuto conto della posizione, del materiale usato e degli affreschi, la chiesa dovrebbe essere stata costruita non prima del V secolo a.C. L’interno è articolato in tre navate scandite da quattro pilastri sormontati da archi a tutto sesto. La navata centrale con volta a botte è larga quasi il doppio di quelle laterali e l’area presbiteriale, sormontata al centro da una cupoletta, è caratterizzata da una tricora, tre absidi semicircolari con semicupole che la rendono un unicum in Puglia.”

Domenica 2 aprile alle ore 16.30

Punto di incontro: Via San Lorenzo
(parallela di Via Brindisi) Mesagne

Per info e prenotazioni: Tel. 0831.738898
e.mail: iat@comune.mesagne.br
https://www.facebook.com/Itinerari-dalle-murge-al-salento-982455268565249/

Mappa generale

Dal

02

Aprile

Al

02

Aprile


Tempietto di San Lorenzo
Mesagne, Via San Lorenzo Martire

In occasione della festività del 20 febbraio, l’Amministrazione Comunale di Mesagne, nell’ambito del Progetto: “Alla Scoperta dell’Alto Salento: Itinerari”, dell’Aggregazione Territoriale/SAC: “L’Appia dei Messapi: dalle Murge al Salento”, organizza una visita guidata gratuita dal titolo “La Madonna del Carmine, tra miracoli e devozione”. La Città vive e celebra il 20 febbraio di ogni anno come giorno di grande festa in onore della sua Protettrice, la Madonna del Carmine, in memoria del Miracolo della Vergine Maria nello storico luttuoso evento del terremoto del 20 febbraio 1743. Si partirà dal Castello Normanno-Svevo per poi dirigersi verso la Chiesa Madre che ospita in questi giorni la preziosa statua lignea della Vergine di fattura veneta. Di ritorno al Castello, sarà possibile ammirare dal pergolato la colonna votiva collocata presso la Villa Comunale dal 1895.

L’appuntamento è per le 16.30 presso il Castello Normanno-Svevo di Mesagne.
Per info e prenotazioni: Info-Point/SAC 0831.738898
iat@comune.mesagne.br.it

Dal

18

Febbraio

Al

18

Febbraio


Chiesa Madre
Mesagne, Piazza IV Novembre

CONTATTI

COMUNE
Sito Web
www.comune.mesagne.br.it
Indirizzo
Via Roma n. 4 - Mesagne
email
comune@mesagne.br.it
RIFERIMENTI DEI SERVIZI DI INFOPOINT
Indirizzo
Via Castello n.10 - Mesagne
Referente
Concetta Franco
Telefono
0831 738898
email
iat@comune.mesagne.br.it
Apertura
Martedì - Domenica: 10:00 - 13:00
Martedì - Domenica: 16:00 - 19:00
Orario Estivo
RIFERIMENTI DELL'UFFICIO CULTURA
Indirizzo
Via Castello n.10 - Mesagne
Referente
Dott.ssa Concetta Franco
Telefono
0831 776065
email
cultura@comune.mesagne.br.it
Apertura
Lunedì - Venerdì 08:00/14:00
Apertura pomeridiana: Gio 15:00/18:30
RIFERIMENTI PER LA FRUIZIONE DEGLI ITINERARI
Referente
RUP - Dott.ssa Concetta Franco
Telefono
0831 776065
email
cultura@comune.mesagne.br.it