Porta Grande

Punti di Interesse Storico-Culturali - Mesagne - Via Castello, 29

DESCRIZIONE

Porta Grande costituisce da secoli la quinta scenografica di Piazza Vittorio Emanuele II. Fu edificata nel 1784 sui resti di una più antica porta, in gran parte crollata. La ricostruzione fu commissionata dall’Università di Mesagne, nonostante la ferma opposizione dell’allora feudatario Giuseppe Barretta che, arrendendosi alla volontà popolare, non rinunciò ad apporvi il proprio stemma araldico. La vecchia porta, detta anche Porta Napoli, secondo quanto riportato in atti notarili dell’epoca, presentava epigrafi, bassorilievi, l’arme civica e quella dei feudatari dell’epoca. Faceva probabilmente parte dell’imponente circuito murario di cui venne dotata la città di Mesagne a partire dal XIII secolo, difeso da un fossato e numerose torri di guardia.
L’attuale porta è realizzata in conci di carparo lasciati a vista. La chiave di volta dell’arco presenta lo stemma dell’Università di Mesagne, raffigurante una palma con due spighe di grano. Al di sopra, sulla trabeazione, campeggia lo stemma nobiliare. L’altro ingresso, invece, a sud del centro storico, denominato Porta Piccola, è oggi scomparso.

ITINERARI

STORIE E RACCONTI ECOMUSEO

Non ci sono storie legate a questo punto di interesse

MULTIMEDIA ECOMUSEO

Non ci sono contenuti multimediali legati a questo punto di interesse