Santuario di Santa Maria di Galaso

Punti di Interesse Religiosi - Torre S. Susanna - Via Galaso, 25

DESCRIZIONE

Questo notevole Santuario Mariano nasce con il ritrovamento di un’immagine di una Madonna con Bambino di origine greco-basiliana, affrescata sulla parete interna di una cisterna degli antichi fortilizi romani, la cui acqua era ritenuta miracolosa. Tale immagine fu staccata dal suo luogo originale nel XV secolo e posta successivamente sull’altare principale tardo barocco del 1727, opera dello scultore Carluccio da Muro Leccese. Oggi il santuario si presenta partito su due livelli: quello inferiore è il vero e proprio Santuario ed è collegato con quello a piano stradale (spazio riservato all’ingresso) da ben 13 gradini.

Oggi la costruzione, fortemente rimaneggiata in diversi periodi, presenta notevole documentazione artistica. Oltre al suddetto altare, splendido esempio d’arte tardo-barocca nella cui nicchia centrale trova collocazione l’affresco basiliano, si distingue, infatti, un pregevole presepe in pietra policroma, di incerta derivazione settentrionale, adattata alla più tradizionale iconografia locale. L’edificio ebbe un’ulteriore modifica nel 1899 per opera del Vescovo di Oria Mons. Gargiulo, ma fu consacrato santuario Mariano dell’Ordinario diocesano nel 1949. Le modifiche della facciata le dettero il nuovo vestito neogotico.

STORIE E RACCONTI ECOMUSEO

Non ci sono storie legate a questo punto di interesse

MULTIMEDIA ECOMUSEO

Non ci sono contenuti multimediali legati a questo punto di interesse