Santuario Santa Maria Di Cotrino

Punti di Interesse Religiosi - Latiano - Viale Mondonuovo

DESCRIZIONE

Sulla strada vecchia che collegava Latiano ad Oria, sorge il Santuario dedicato alla Vergine di Cotrino, con annesso monastero dei Padri Cistercensi.
La chiesetta è sorta intorno ad una leggenda sul ritrovamento dell’effige della Madonna avvenuta nel 1605 ad opera di una contadina della Basilicata.
L’icona, di opera bizantina, mostra ai devoti il volto tenero di una Madre con in braccio il suo Bambino in un atteggiamento affettuoso. L’origine dell’antica chiesetta e della sua icona, che possiede elementi comuni alle effigi mariane orientali, è da rintracciare a partire dal 1377, periodo in cui è attestata la presenza di un casale in contrada Cotrino. La vecchia chiesetta, costruita agli inizi del ‘600, oggi affiancata da una grande struttura moderna, si presenta con un’architettura semplice, a pianta rettangolare e a navata unica con elementi barocheggianti presenti nel presbiterio e sull’altare maggiore.
Dietro l’altare, attraverso due porticine, si accede al coro del monastero, il cuore della vita monastica. Il monastero è stato realizzato nel 1915  per il tramite del Beato Bartolo Longo. La struttura, che si presenta con un magnifico chiostro, celle, locali adibiti ad uffici, aule scolastiche, (che un tempo ospitavano diversi seminaristi), foresteria, refettorio, un’importante biblioteca ed una preziosa pinacoteca, è gestita, dal 1922 dall’ordine monastico dei Cistercensi. Agli inizi degli anni novanta del secolo scorso, alla vecchia struttura è stata affiancata una nuova e maestosa chiesa, al cui interno sono custodite preziose opere degli artisti: Carmelo Conte, Giuseppe di Giorgio e Alessia Cataldo. Nella foresteria del Santuario è possibile acquistare prodotti tipici cistercensi

STORIE E RACCONTI ECOMUSEO

Non ci sono storie legate a questo punto di interesse

MULTIMEDIA ECOMUSEO

Non ci sono contenuti multimediali legati a questo punto di interesse